SF-GRAF Stefano Fienga

Il virtual tour è quello strumento che rende possibile la navigazione degli spazi, siano questi interni o esterni, a 360°. Il vantaggio principale rispetto ad un’immagine statica è infatti quello di immergersi direttamente nell’ambiente, effettuando una visita come se ci si trovasse sul posto.

Per creare un virtual tour è possibile avvalersi della modellazione degli ambienti in 3d, o in alternativa della fotografia a 360° mediante l’apposita attrezzatura.

Ma quando è preferibile scegliere il virtual tour 3d e quando invece il virtual tour fotografico?

VIRTUAL TOUR: 3D vs FOTO

Per scegliere la metodologia più adatta alla realizzazione di un virtual tour bisogna conoscere la differenza tra le due tecniche.

Nella variante 3d, infatti, gli ambienti vengono ricostruiti sulla base delle planimetrie e renderizzati in maniera tale da creare l’immagine sferica che andrà poi a comporre la scena da visitare. In quella fotografica, invece, si effettuano degli scatti direttamente in loco con un’apparecchiatura dedicata.

Con il virtual tour 3d, quindi, non c’è bisogno di sopralluoghi sul posto, basterà avere i files di progetto e le eventuali indicazioni per cominciare la sua lavorazione. Bisognerà però calcolare un tempo di lavorazione più lungo, dato dall’esigenza di modellare strutture e arredi, che si traduce anche in un maggior costo.
Tuttavia, il grande vantaggio dato da questa tipologia, è quello di poter creare un tour dedicato a spazi che non ci sono ancora, come ad esempio un’appartamento in costruzione o in ristrutturazione.

Il virtual tour fotografico, invece, non ha bisogno di planimetrie e indicazioni per poter essere prodotto. E’ sufficiente una sessione di posa nell’ambiente per catturare tutte le immagini necessarie. Va da sè che questo richiederà meno tempo di lavorazione, oltre ad un costo inferiore.
Non sarà però possibile fare grandi interventi di modifica alla struttura, quindi questa tipologia è consigliata soprattutto per quegli ambienti che devono essere rappresentati nel loro stato attuale, come può essere per uno stabile appena ristrutturato, un edificio antico o un giardino esterno. Sarà comunque sempre possibile effettuare delle piccole correzioni in fase di post produzione.

Riassumendo, ecco tutti i pro e i contro delle due diverse tecniche:

VT 3D

VT FOTO

IL VIRTUAL TOUR FOTOGRAFICO

Se dei virtual tour 3d abbiamo già parlato in precedenza qui e qui, questa è la prima volta che affrontiamo quelli generati fotograficamente.

La rapidità di esecuzione e la fedeltà alla realtà sono sicuramente gli aspetti che più caratterizzano questo tipo di prodotto.

Andiamo però a capire nello specifico cos’è possibile ottenere grazie ad un virtual tour fotografico.

SCATTARE LE FOTO

Ecco come si presenta la foto 360 appena scattata, prima di essere lavorata in postproduzione.

Il primo passo è sicuramente questo: previo appuntamento, si passa a fotografare tutti gli ambienti interessati che verranno poi collegati tra loro grazie alla navigazione del virtual tour.

La durata di questa fase è direttamente correlata al numero di ambienti da fotografare e all’ampiezza dell’immobile. 

LA POSTPRODUZIONE

Una volta effettuati gli scatti, questi vengono lavorati per migliorare i parametri di esposizione, saturazione, ecc… in modo che l’immagine ottenuta abbia una resa professionale.

In questa fase è anche possibile apportare alcune modifiche agli ambienti che sono stati ritratti.

ELIMINARE DEGLI ELEMENTI

Vengono eliminati tutti quegli elementi che si desidera non compaiano nel risultato finale. In questo caso abbiamo cancellato le piastrelle della scrivania piccola, il gancio a muro, la bacheca di sughero di fianco alla scrivania e il lampadario a plafoniera.

C’è la possibilità, infatti, di eliminare degli oggetti o delle imperfezioni dall’ambiente fotografato. Un quadro su una parete, un lampadario, una macchia sul muro non ancora ridipinto.

Tutti quei piccoli accorgimenti necessari a rendere il risultato finale più pulito ed ordinato.

INSERIRE DEGLI ELEMENTI

C’è la possibilità di inserire, senza troppi sforzi, modifiche 2d all’immagine, come ad esempio il cambio del colore delle pareti, o come il cambio dell’immagine del desktop del computer.

Così come c’è la possibilità di eliminare, esiste anche quella di aggiungere elementi alla scena.

I casi più classici e semplici sono quelli relativi al cambio di colore di una parete o all’inserimento di un’immagine specifica all’interno di un monitor o di un televisore.

Si passa poi alle modifiche più avanzate, che richiedono un intervento 3d integrativo. In questo modo è possibile aggiungere arredi e creare, come in questo caso una nuova postazione di lavoro.

è anche possibile inserire veri e propri elementi 3d, come ad esempio dei nuovi arredi o decorazioni, in modo che questi siano perfettamente integrati con l’ambiente.

Molto importante comunicare tutte le esigenze di rimozione ed inserimento desiderate prima della sessione fotografica, in modo da ottimizzare gli scatti e ottenere il risultato migliore.

VIRTUAL TOUR VIDEO

Oltre a quello fotografico, è anche possibile creare un virtual tour video.

La modalità di lavorazione è sempre la stessa, ma il risultato sarà un video navigabile a 360°, ideale per delle visite guidate, ad esempio ad un appartamento o ad un museo.

IL MIX PERFETTO

Un esempio di lavoro per cui il virtual tour fotografico è la soluzione ideale: la visualizzazione degli esterni.

Nulla vieta di creare un virtual tour ibrido, unendo delle immagini panoramiche ottenute con la modellazione 3d a quelle ricavate dalle fotografie.

Può essere il caso di un immobile con giardino, in cui i soli interni andranno ristrutturati: per queste zone, infatti, verrà realizzato un modello 3d, mentre per l’esterno saranno le foto a riprodurne la complessità tra alberi, piante e terreno.

Richiedete senza impegno un preventivo per il vostro virtual tour.

Se state cercando una soluzione per far visitare il vostro immobile a distanza, che sia stato appena ristrutturato o che  necessiti di qualche piccolo intervento; o se volete rendere fruibile un itinerario all’interno di un’area museale, di un parco o di un edificio storico, il VIRTUAL TOUR FOTOGRAFICO è lo strumento ideale per offrire un’esplorazione immersiva ed altamente fedele alla realtà.